Rinascimento nelle Marche

Rinascimento nelle Marche

Lorenzo de Carris e i pittori eccentrici nelle Marche del primo Cinquecento

Con un’accurata selezione di pitture e sculture che vanno dal 1490 alla metà del Cinquecento, la mostra racconta l’arte nelle Marche del Rinascimento. Un lungo percorso cronologico e stilistico che vi consentirà di apprezzare le opere di Lorenzo de Carris a quelle dei suoi contemporanei come Luca Signorelli, Cola dell’Amatrice e Vincenzo Pagani. La chiesa di San Francesco appena riaperta sarà una sezione esterna della mostra in cui sarà possibile vedere  la pala di Marco Palmezzano datata 1501,  un dipinto di Eusebio da San Giorgio datato 1512 che rappresenta in maniera perfetta la penetrazione del raffaellismo umbro anche nelle Marche. Ma la mostra riserva ai visitatori in via del tutto eccezionale un tondo di Luca Signorelli commissionato al pittore dal figlio di Luca di Paolo, Giovannantonio, che fu usato dagli agostiniani come tramite per arrivare al famoso pittore cortonese.
La mostra racconta l’intero percorso del pittore Lorenzo de Carris con la raccolta delle sue opere mobili disponibili tra cui spicca il prestigiosissimo prestito dalla Pinacoteca di Brera di Milano che ha acconsentito alla movimentazione di una pala d’altare che era in origine a Serra San Quirico. Questa aveva la sua predella che decenni fa fu spostata al Senato della Repubblica a Palazzo Madama a Roma; per la prima volta le due opere torneranno insieme per ricomporre il complesso.
 dal 30 giugno 2016 al 2 ottobre 2016  a Matelica, Museo ‘V.F. Piersanti’
museopiersantimatelica@virgilio.it
luca signorelli
http://artitalyapp.com/download.php
http://ow.ly/RuvJA
https://www.facebook.com/artitalyapp/
https://it.pinterest.com/ARTITALYapp/

Condividi la tua opinione