Liberty in Italia

Palazzo Magnani propone fino al 14 febbraio 2017 una ampia e raffinata indagine sul Liberty in Italia. 
Sette sezioni che vedono riunite quasi 300 opere: dipinti, sculture, illustrazioni, progetti architettonici, manifesti, ceramiche, incisioni. Selezionatissimi i prestiti provenienti dai più importanti Musei italiani e da straordinarie collezioni private, e molti dei quali, oggetto di recenti studi, vengono presentati al grande pubblico per la prima volta.
Due “anime” del Liberty italiano: quella propriamente floreale e quella “modernista”, più inquieta e vicina a influenze europee, e che porterà da lì a poco alle ricerche delle avanguardie e allo sviluppo in chiave più stilizzata ed essenziale del linguaggio decorativo.
Disegni,  pitture, sculture, ceramiche, progetti decorativi e manifesti accostati a bozzetti preparatori, cartoni,  disegni relativi a vasi, piatti e oggetti, in un continuo scambio tra arti e campi di ricerca: si potrà così anche scoprire che lo scultore Arturo Martini ha disegnato vasi in ceramica, Felice Casorati ha progettato una fontana, Vittorio Corcos è stato anche cartellonista e Umberto Boccioni, oltre che cartellonista, ha disegnato alcune vignette per il “Corriere dei Piccoli”. Che risale insomma proprio al Liberty la ricerca di una bellezza applicata, grazie alla firma di un “autore”, a tutte le forme del vivere quotidiano.
Una chiave inconsueta che rivela, entrando nel vivo del “fare” e nella mente dell’artista, la vera essenza concettuale e espressiva del Liberty, un movimento, una tendenza e una moda che, a distanza di più di cento anni, non ha ancora esaurito il suo potere seduttivo.
Palazzo Magnani – Reggio Emilia
dal 5 novembre 2016 al 14 febbraio 2017
Telefono: 049.663499
E-mail: info@studioesseci.net
  bonazzi_salome-1

nonni_fonte-meo

 

Museo Civico Ala Ponzone di Cremona - n° inv. 670

wildt_rosario livorno_benvenuti_villa-al-mare

amisani-nudo-femminile